Per migliorare l'esperienza d’uso presente e futura di questo sito facciamo uso di cookies. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies Leggi l'informativa completa.

Accetto

Le Cesarine

  • 2min
    4max

Il segreto della tradizione piemontese

Torino / Piemonte

€ 46,00 a persona

€ 46,00

a persona

Prenota Ora
Prenota Ora (Cena) Prenota Ora (Pranzo)

Menu

  • Vitello tonnato alla maniera antica
  • Ravioli del plin al sugo d’arrosto
  • Brasato al vin rosso
  • Cipolline in agrodolce
  • Pesca Melba con gli amaretti



Accurata selezione di vini locali

Descrizione

L’Esperienza di gusto proposta dalla nostra Cesarina  si fonda sugli ingrediente d’eccellenza della tradizione piemontese. Basta guardare all’antipasto: Mirella porta in tavolo il vitello tonnato alla maniera antica, un piatto che rappresenta il fiore all’occhiello della cucina locale. La carne, cotta a fuoco lento e insaporita dal vino bianco, viene in seguito cosparsa con maionese arricchita da sedano e carote, per un risultato deciso e sfizioso.

La scelta del primo ricade invece sui ravioli del plin al sugo d’arrosto, forme irregolari di pasta all’uovo che regalano un sapore delicato. Come secondo arriva poi un brasato al vin rosso, piatto tanto succulento da gustare quanto laborioso da preparare. La carne, infatti, deve essere marinata con vino rosso e spezie, e successivamente cucinata per diverse ore. Questa ricetta è una delle più conosciute e rappresentative della tradizione piemontese, e viene realizzata a partire dal tipico bovino locale, il fillone. Come contorno Mirella ci propone delle cipolline in agrodolce preparate con una salsina di zucchero e aceto balsamico.

Infine, la pesca Melba con gli amaretti, dessert a base di frutta realizzato cuocendo le pesche nello zucchero e accompagnandole con il sapore intenso dei biscotti.

Servizi

  • Partecipa alla preparazione dei piatti (+8€ per persona)

  • Opzione menu vegetariano

Mirella è originaria della Sicilia ma da tanti anni vive a Torino e, col tempo, ha assorbito tutte le tradizioni del luogo. La nostra Cesarina ha infatti abbracciato la cultura piemontese a tutto tondo, innamorandosi anche dell’aspetto culinario. Ormai conosce a menadito i segreti della cucina locale, famosa per la bontà e la genuinità dei suoi prodotti. Senza dimenticare la grande varietà del menù, a sua volta influenzato dalla ricchezza di paesaggi: dai laghi alle colline, dalla pianura alle montagna.

L’abitazione della nostra Cesarina si trova a due passi dallo splendido Parco del Valentino, una delle aree verdi più grandi e affascinanti di Torino. Mirella è pronta ad accoglierci in un ambiente raffinato e ben arredato per iniziare un viaggio nei sapori tipici del territorio.

Il segreto della Cesarina
Coltivo la mia passione giorno dopo giorno. Sono sempre a caccia di nuove ricette e mi piace giocare con i sapori del passato.

QUI MAPPA

I nostri clienti dicono

"E' stata una delle migliori esperienze a Bologna. Gianni e Lorenza sono una coppia che ha viaggiato molto, più o meno della nostra età e molto di intrattenimento. Parlavano inglese perfettamente avendo vissuto in Canada per diversi anni. Gianni ci ha insegnato a prepare i tortellini che poi abbiamo mangiato a pranzo. Gianni è un ottimo cuoco e tutto il pranzo è stato eccellente. La casa è situata in un palazzo medievale che vale la pena vedere. Ci siamo davvero divertiti."

J. Bliss

"La nostra cena con Angela è stata una delle migliori esperienze avute a Roma. Il cibo era fantastico, ed è stato un piacere parlare di ricette, di vita quotidiana, di lavoro e tante altre cose con Angela e sua madre. Questa esperienza sarebbe stata impossibile senza Le Cesarine!"

D. White

"Un pranzo fantstico con Tania (30 minuti dal centro di Bologna). Ci ha ospitato in modo ottimo ed era veramente incantevole. Abbiamo apprezzato molto il suo corso tradizionale (antipasti,strozzapretti con salsiccia, brasato al limone) talmente tanto che la raccomanderemo di sicuro. L'atmosfera era rilassata ed è stato semplice guidare fino alla sua casa. Torneremo!"

J. Hüsser