Le Cesarine

Menu

  • Radicchi di campo e bruciatini alla Saba con piadina e squacquerone
  • Lasagnette bianche con funghi pioppini e tartufo di pineta (quando possibile)
  • Stufato di cavolo con salsiccia e puntine di maiale
  • Mousse di squacquerone con fichi caramellati

Accurata selezione di vini locali

Descrizione

Un’ Esperienza culinaria che omaggia la tradizione contadina di Romagna: Raffaella inaugura la sua Esperienza di gusto con radicchi di campo e bruciatini, dadini di pancetta soffritti, alla saba. La Saba, detta anche “il miele di Romagna”, è uno sciroppo di colore scuro che si ricava facendo bollire il mosto d'uva per molte ore, usato per insaporire alimenti.  A completamento dell’antipasto, la celebre piadina romagnola e lo squacquerone, un formaggio tipico a pasta molle, fresco e cremoso.

Come primo piatto, la Cesarina propone lasagnette bianche condite con funghi pioppini, broccoli e guanciale di maiale, oltre ovviamente alla besciamella fatta in casa e una spolverata di Parmigiano Reggiano. Se di stagione, questo ricco primo piatto viene arricchito con il tartufo, il re delle tavole del centro Italia. Segue il secondo: un gustoso stufato di cavolo, arricchito con salsiccia e puntine di maiale. Per chiudere in dolcezza, la nostra Cesarina ci propone una gustosa mousse di squacquerone accompagnata da succulenti fichi caramellati, provenienti dagli alberi da frutto che circondando la sua bella casa.

Servizi

  • Partecipa alla preparazione dei piatti

  • Assenza di barriere architettoniche

  • Opzione menu vegetariano

  • Presenza di animali domestici nella casa

  • La Cesarina parla inglese

Raffaella e suo marito hanno ristrutturato una vecchia casa di campagna. Ci accolgono in un’atmosfera suggestiva, nel cuore della Romagna, per farci assaporare i piatti della tradizione locale. La casa si trova in una meravigliosa “terra di mezzo”: tra Ravenna, storica città d’arte, e Forlimpopoli, cittadina famosa per essere aver dato i natali a Pellegrino Artusi.

Immersi tra mosaici bizantini e terre Artusiane, Raffaella e suo marito hanno ritrovato un profondo rapporto con la natura: coltivano un orto biologico, da cui provengono alcuni degli ortaggi che la Cesarina propone nei suoi piatti, e si occupano degli eventi stagionali tipici della campagna, dalla vendemmia alla raccolta della frutta.  

Nonostante la giovane età, Raffaella ama vestire i panni dell’ “Azdòra”, la regina del focolare domestico romagnolo. La passione per la cucina e l’amore per la tradizione le sono state trasmesse dalla mamma, che le ha insegnato, fin da piccola, a muoversi in cucina.


Il segreto della Cesarina
Io e mio marito coltiviamo con amore un orto biologico dal quale provengono le verdure che scelgo per i miei piatti.

Le Cesarine a casa tua

Questa Cesarina è disponibile anche per organizzare un'Esperienza di gusto a casa tua

Richiedi informazioni
QUI MAPPA