Per migliorare l'esperienza d’uso presente e futura di questo sito facciamo uso di cookies. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies Leggi l'informativa completa.

Accetto

Le Cesarine

Quando regnava la Regina Margherita la minestra si faceva nel sacco...

Bologna / Emilia-Romagna

La Cesarina

La Regina Margherita era la sposa di Umberto I e regnò dal 1878 al 1900; a lei i bolognesi dedicarono il parco più importante della città, tuttora conosciuto come "I giardini Margherita". Al limitare est del parco c'è l'abitazione di Luisa la quale, assieme alla mamma Maria Teresa, coltiva quei sapori tipici dell'Italia di allora. Oggi Luisa propone piatti tipici bolognesi dal sapore di un viaggio nel "bel tempo andato", quando cavalli e carrozze attraversavano i giardini Margherita.

Menu

• Focaccia fatta in casa
• Minestra alla Stecchetti (Royale alla bolognese)
• Sformato di porri e sacchettini di foglie di verza ripieni
• Torta col cuore di crema all'amaretto

Accurata selezione di vini locali

Descrizione

La Regina Margherita era la sposa di Umberto I e regnò dal 1878 al 1900; a lei i bolognesi dedicarono il parco più importante della città, tuttora conosciuto come "I giardini Margherita". Al limitare est del parco c'è l'abitazione di Luisa la quale, assieme alla mamma Maria Teresa, coltiva quei sapori tipici dell'Italia di allora. Oggi Luisa propone piatti tipici bolognesi dal sapore di un viaggio nel "bel tempo andato", quando cavalli e carrozze attraversavano i giardini Margherita.

Luisa propone alcune ricette tradizionali tipiche bolognesi riportandoci di epoca ottocentesca. Dopo un aperitivo in piedi a base di frizzantino e focaccia fatta in casa, porta in tavola la royale alla bolognese: una minestra in brodo che a Bologna viene anche chiamata minestra alla Stecchetti, mentre nella vicina Romagna prendeva il nome di minestra nel sacco per la particolare modalità di preparazione. L'impasto ottenuto da farina, uova, noce moscata, parmigiano, burro viene infatti chiuso in un sacchetto precedentemente inumidito e messo a bollire nella pentola del brodo per circa due ore. Come secondo, la Cesarina propone un delicato sformato di porri e sacchettini di foglie di verza ripieni. La torta col cuore di crema all'amaretto, accompagnata da qualche dolcetto estemporaneo, chiude in dolcezza un menù che ha il sapore di un viaggio nel "bel tempo andato". Anche il pane è come allora: fatto in casa.

Servizi

  • Partecipa alla preparazione dei piatti

  • Opzione menu vegetariano

  • Assenza di barriere architettoniche

QUI MAPPA

I nostri clienti dicono

"E' stata una delle migliori esperienze a Bologna. Gianni e Lorenza sono una coppia che ha viaggiato molto, più o meno della nostra età e molto di intrattenimento. Parlavano inglese perfettamente avendo vissuto in Canada per diversi anni. Gianni ci ha insegnato a prepare i tortellini che poi abbiamo mangiato a pranzo. Gianni è un ottimo cuoco e tutto il pranzo è stato eccellente. La casa è situata in un palazzo medievale che vale la pena vedere. Ci siamo davvero divertiti."

J. Bliss

"La nostra cena con Angela è stata una delle migliori esperienze avute a Roma. Il cibo era fantastico, ed è stato un piacere parlare di ricette, di vita quotidiana, di lavoro e tante altre cose con Angela e sua madre. Questa esperienza sarebbe stata impossibile senza Le Cesarine!"

D. White

"Un pranzo fantstico con Tania (30 minuti dal centro di Bologna). Ci ha ospitato in modo ottimo ed era veramente incantevole. Abbiamo apprezzato molto il suo corso tradizionale (antipasti,strozzapretti con salsiccia, brasato al limone) talmente tanto che la raccomanderemo di sicuro. L'atmosfera era rilassata ed è stato semplice guidare fino alla sua casa. Torneremo!"

J. Hüsser

Ti potrebbe piacere