Per migliorare l'esperienza d’uso presente e futura di questo sito facciamo uso di cookies. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies Leggi l'informativa completa.

Accetto

Le Cesarine

Ricordi di famiglia in salsa milanese

Milano / Lombardia

La Cesarina

«Amo fare la spesa nei mercati contadini. Ultimamente sono molto frequenti nella mia zona, e appena posso vi faccio un salto per scegliere le verdure migliori». Sissi è una vera perfezionista: adora curare la tavola anche nei minimi dettagli e da parecchia importanza alla qualità del cibo, alla cottura e alla provenienza territoriale dei prodotti.

Oggi ci accoglie nella sua casa accogliente e luminosa immersa nella tranquillità del quartiere Morivione, a due passi dalla Fondazione Prada, spazio espositivo e museale aperto di recente. «Sembra quasi di vivere in mezzo al verde anche se siamo in città».

Il segreto della Cesarina
«Ho iniziato ad appassionarmi alla buona cucina perché la mia famiglia la domenica mi portava spesso fuori porta, nell’Oltrepò pavese. È lì che ho scoperto l’importanza delle tradizioni lombarde».

Menu

  • Melone con salame milano
  • Risotto al salto con raspadura
  • Vitello tonnato alla milanese
  • Patate lesse prezzemolate 
  • Torta tante mele con gelato alla crema


Accurata selezione di vini locali

Descrizione

Sissi sceglie di inaugurare questa Esperienza di gusto all’insegna della tradizione lombarda con un antipasto semplice ma gustoso. In tavola arriva infatti il melone accompagnato da fette di salame Milano, un piatto fresco e saporito molto diffuso durante la bella stagione.

Si prosegue nel solco dei prodotti tipici, visto che come primo la nostra Cesarina propone un risotto al salto con raspadura, ossia formaggio grana servito a sfoglie sottilissime. Per il secondo, invece, si affida ad uno squisito vitello tonnato alla milanese, servito in compagnia di patate lesse prezzemolate.

Infine, si chiude in bellezza con una deliziosa torta di mele. Per la gioia dei più golosi, Simonetta impreziosisce questo dessert con una nota di freschezza, affidata al gusto del gelato alla crema.

Servizi

  • Opzione menu vegetariano

  • Assenza di barriere architettoniche

Recensioni della Cesarina

On Friday, 20th October 2017, we experienced an unforgettable evening together with friends at the home of 'Sissi' in Milano, member of Le Cesarine. Sissi warmly welcomed us with an 'apéro' and offered us thereafter an excellent menu, 'il menu della Madonnina': Pâté di fegato di vitello con crostini, Risotto giallo alla Milanese, Mondeghili con salsa verde, Finocchi in padella, Torta tante mele con gelato alla crema. Selezione di vini locali.We enjoyed every minute and can only recommend Sissi to anybody who would like to experience something different but unique! Giacomo & Sabine

Sabine Kurowski & Giacomo Rusconi da Rotkreuz CH

Pubblicata il 02/11/2017


QUI MAPPA

I nostri clienti dicono

"E' stata una delle migliori esperienze a Bologna. Gianni e Lorenza sono una coppia che ha viaggiato molto, più o meno della nostra età e molto di intrattenimento. Parlavano inglese perfettamente avendo vissuto in Canada per diversi anni. Gianni ci ha insegnato a prepare i tortellini che poi abbiamo mangiato a pranzo. Gianni è un ottimo cuoco e tutto il pranzo è stato eccellente. La casa è situata in un palazzo medievale che vale la pena vedere. Ci siamo davvero divertiti."

J. Bliss

"La nostra cena con Angela è stata una delle migliori esperienze avute a Roma. Il cibo era fantastico, ed è stato un piacere parlare di ricette, di vita quotidiana, di lavoro e tante altre cose con Angela e sua madre. Questa esperienza sarebbe stata impossibile senza Le Cesarine!"

D. White

"Un pranzo fantstico con Tania (30 minuti dal centro di Bologna). Ci ha ospitato in modo ottimo ed era veramente incantevole. Abbiamo apprezzato molto il suo corso tradizionale (antipasti,strozzapretti con salsiccia, brasato al limone) talmente tanto che la raccomanderemo di sicuro. L'atmosfera era rilassata ed è stato semplice guidare fino alla sua casa. Torneremo!"

J. Hüsser